ANAIP | Associazione Nazionale Amministratori Immobiliari Professionisti

Emergenza Nuovo Coronavirus – “COVID-19” o “SarCoV-2”

Emergenza-Nuovo-Coronavirus-COVID-19-o-SarCoV-2

Coronavirus – Allo stato attuale sono interessati da provvedimenti emergenziali per il COVID-19 o SarCoV-2 le seguenti Regioni:

Piemonte – Liguria – Lombardia – Veneto – Emilia Romagna – Friuli Venezia Giulia – Trentino Alto Adige – Toscana, per le quali sono stati enunciate apposite ordinanze disponibili nei vari siti web delle singole Regioni.

Le Regioni hanno attivato numeri verdi dedicati alle popolazioni dei territori dove si sono verificati i casi di nuovo Coronavirus per rispondere alle richieste di informazioni e sulle misure urgenti per il contenimento del contagio.

Medici di famiglia e Pediatri di libera scelta, inoltre, invitano a non recarsi presso gli studi e gli ambulatori in caso di sintomi respiratori (raffreddore, tosse, febbre), ma a contattarli telefonicamente.
Contattare il 112 oppure il 118, non per informazioni, ma soltanto in caso di necessità.

Ecco i numeri verdi istituiti dalle Regioni colpite dal nuovo Coronavirus
Piemonte: 800 333 444
Lombardia: 800 89 45 45
Veneto: 800 46 23 40
Toscana: 800 55 60 60
Emilia-Romagna: 800 033 033
Provincia autonoma di Trento: 800 867 388

Altri numeri utili dedicati all’emergenza nuovo Coronavirus
Campania
Regione Campania: numero verde regionale 800 90 96 99
Piacenza
Numero di telefono informativo 0523 317979: attivo dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 18 e il sabato dalle 8 alle 13

Le maggiori restrizioni riguardano gli undici Comuni considerati zone rosse: Codogno, Castiglione d’Adda, Maleo, Somaglia, Bertonico, Terranova dei Passerini, Casalpusterlengo, Fombio, Castelgerundo e San Fiorano in Lombardia, Vo’ Euganeo in Veneto.

In detti Comuni, come previsto dal Decreto Legge 6 del 23 febbraio 2020 (GU n.45 del 23-2-2020), oltre ai divieti di spostamento, vi è l’obbligo di munirsi dei dispositivi di protezione individuale (mascherine FFP2, FFP3 e guanti monouso) per l’accesso ai servizi pubblici ed agli esercizi commerciali.

Gli ingressi e le uscite da questi Comuni saranno presidiati dalle Forze dell’Ordine, essendo circa 500 gli agenti mobilitati, saranno consentiti solo in situazioni di reale necessità valutate caso per caso.

Per quanto riguarda le Regioni sopracitate, nelle quali è vietato l’assembramento di persone e di riunioni, si consiglia di rinviare tutte le assemblee di condominio fino a data da destinarsi e di ridurre il ricevimento del pubblico a studio solo in casi di estrema necessità, come previsto nelle singole ordinanze.

Nel resto d’Italia non sono previste, al momento, particolari precauzioni dalle competenti autorità e, pertanto, si consiglia di seguire costantemente le indicazioni disposte dal Ministero della Salute (http://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus).

Un particolare accorgimento deve essere rivolto ai DPI (dispositivi di protezione individuali) da utilizzare per limitare le possibilità di contagio, non essendo tutte le mascherine idonee; quelle cosiddette “antivirus”, per essere efficaci, devono possedere un filtraggio omologato.

Al momento i modelli conformi sono solo due: le mascherine FFP2 e quelle FFP3; le FFP1 non rientrano nella catalogazione “antivirus” perché hanno una protezione di appena il 78%.

Le mascherine FFP2 sono invece considerate ad alta protezione, omologate per trattenere particelle fino a 0,6 micron, con un’efficienza di filtrazione minima del 92%.

Le FFP3 sono addirittura considerate di livello superiore, approvate per trattenere particelle fino a 0,6 micron, con un’efficienza di filtrazione minima del 98%.

Approfondimenti