ANAIP | Associazione Nazionale Amministratori Immobiliari Professionisti

Coronavirus Decreto Legge n. 18/ del 17 marzo 2020 “Cura Italia” ecco le novità fiscali.

Coronavirus Decreto Legge N. 18/ Del 17 Marzo 2020 “Cura Italia” Ecco Le Novità.

Coronavirus Decreto Legge n. 18/ del 17 marzo 2020 “Cura Italia” ecco le novità.

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.70 del 17.03.2020 il tanto atteso Decreto legge 17 marzo 2020 n. 18 “Decreto Cura Italia”contenente le misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Un Decreto che, come lo ha definito il Presidente del Consiglio Conte nella conferenza stampa, una “Manovra poderosa”, ha messo in campo 25 miliardi di euro di denaro fresco a beneficio delle imprese e famiglie e attivato flussi per complessivi 350 miliardi.
Vediamo in sintesi alcune delle principali misure adottate rivolte anche all’amministratore di condominio in quanto professionista e in quanto rappresentante dei condomini.

Sono congelati tutti gli adempimenti fiscali, ritenute alla fonte e contributi previdenziali.

Vengono sospesi il versamento delle ritenute e dei contributi previdenziali
I versamenti sospesi dovranno essere effettuati entro il 31 maggio 2020 (1 giugno 2020 poiché il 31 maggio cade di domenica) senza applicazione di interessi e sanzioni in forma cumulativa. In unica soluzione oppure in cinque rate a decorrere dal 1 giugno 2020.

Premio ai lavoratori dipendenti che restano in sede.
Ai dipendenti del condomino (portieri, pulitori, giardinieri etc.) che possiedono un reddito inferiore ai quarantamila euro, viene riconosciuto un premio di € 100,00 non tassabile in proporzione ai giorni lavorati.

Il periodo di quarantena a cui è sottoposto il dipendente verrà considerata malattia.

Bonus per i professionisti:
– Ai professionisti (titolari di partita IVA), ai lavoratori titolari di rapporti di collaborazione continuativa, agli iscritti alla gestione separata non titolari di pensione e non iscritti ad altre casse di previdenza obbligatorie, attivi alla data del 23 febbraio 2020 viene riconosciuta una indennità di € 500,00 una tantum.
– I professionisti senza dipendenti con ricavi o compensi non superiori ai 400.00 euro nel periodo d’imposta precedenti non dovranno applicare la ritenuta d’acconto sulle fatture di marzo ed aprile
– Sospensione da parte dell’Agenzia delle Entrate fino al 31 maggio 2020 dei termini relativi alle attività do accertamento controllo riscossione e di contenzioso;
– Sospensione di termini per la riscossione delle cartelle esattoriali a saldo e stralcio e rottamazione ter, sospensione infine dell’invio delle nuove cartelle e sospensione degli atti esecutivi fino al 31 maggio 2020.
-Viene riconosciuto ai lavoratori autonomi e alle imprese, per il periodo d’imposta 2020, un credito d’imposta nella misura del 50% delle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro, fino ad un massimo di 20.000 euro.
– Tutte le società di capitali potranno convocare l’assemblea di approvazione del bilancio entro 180 giorni dalla chiusura dell’esercizio indipendentemente quanto previsto nello statuto. In deroga alle disposizione statutarie i soci e gli azionisti potranno intervenire in assemblea ed esprimere il proprio voto con modalità telematiche.

Invariata la scadenza 31 marzo 2020 per l’invio delle comunicazioni dei dati che vanno inseriti nella precompilata 730/2020 – CU bonus fiscali CU per ritenute alla fonte.

Approfondimenti

Lascia un commento